Segantini: le acquisizioni e i depositi esposti alla Galleria Civica di Arco

Segantini: le acquisizioni e i depositi esposti alla Galleria Civica di Arco

In una sala dedicata, il trittico di nature morte e tre opere in deposito

Arco | Galleria Civica G. Segantini

Evento


A partire dal 2016 gli spazi della Galleria Civica G. Segantini di Arco si sono arricchiti di nuove opere, frutto di  acquisizioni e depositi, che ampliano il patrimonio del MAG dedicato a Giovanni Segantini. Da giugno 2017 sono entrate a far parte delle collezioni del MAG tre nature morte – Natura morta di cacciagione e frutta, Natura morta con lepre e frutta, Natura morta con pesce e verdura (1879-1880) – composte in origine probabilmente in un trittico con la funzione di insegna pubblicitaria, che costituiscono un’interessante novità nel catalogo della produzione di Segantini.

Accanto a esse sono esposti tre depositi di collezionisti privati, che hanno scelto di valorizzare le proprie opere negli spazi della Galleria: si tratta di Testa di vecchio (1882-1883), Paesaggio brianteo (1884-1885) e Pulcini nell’aia (1883-1885), tutti riferibili al periodo giovanile di Segantini.